Comunicare la sordità, comunicare con i sordi: a piccoli passi verso un'informazione davvero accessibile

Partendo dall’Articolo 6 del Testo unico che racchiude le carte deontologiche, il corso approfondisce i doveri del giornalista nei confronti dei soggetti deboli affinché l’informazione non solo sia rispettosa dei diritti e della dignità delle persone con disabilità ma anche sempre più accessibile.
Il corso dà diritto a 8 crediti formativi FCP

0,00

Breve descrizione del corso

Il corso offre una panoramica generale di base sul mondo della sordità (a partire dalla storia della comunità sorda in Italia e all’estero) per poi approfondire più nel dettaglio tematiche legate al mondo dell’informazione, fino ad affrontare le opportunità offerte dalle nuove tecnologie ai professionisti dell’informazione.

Il corso è rivolto ai professionisti dell’informazione al fine di:
– fornire loro competenze adeguate e aggiornate sul tema della sordità
– aiutarli a rimuovere gli ostacoli che precludono l’accesso delle persone sorde al mondo dell’informazione, sia in qualità di soggetti che oggetti della stessa
– migliorare la qualità generale dei contenuti giornalistici in termini sia di correttezza formale (terminologie, lessico) che di accessibilità per l’utenza sorda (sottotitolazione, interpretariato LIS, ecc)